La mia migliore amica - Sondrio Trasgressiva

La mia migliore amica - Sondrio Trasgressiva

Mi chiamo Lucia , sono una bella donna di 53 anni, mora. un bel corpo e amante del sesso.
Sono nata a Piacenza, la mia famiglia ha origini di Reggio Emilia, e mi sono trasferita e sposata a Rimini.
Sono sposata con Francesco, un uomo nato a Ravenna, lavora a San Marino, e la sua famiglia ha origini di Udine.
Fortunatamente tra noi il sesso va molto bene e non ho mai avuto pensieri e segni di crisi.
Solamente una volta ho ceduto al fascino di una mia amica. La chiamerò Giulia, è nata a Pordenone, la sua famiglia ha origini di Trieste, ma per anni ha lavorato come promotrice di eventi nel settore della fotografia, dello studio fotogrfico, e simili, a Vicenza.
Ci conosciamo da decenni, avendo acquisito la laurea presso l'università di Verona.
Ogni tanto viene a trovarmi, a volte con suo marito, per passare un finesettimana da noi.
Praticamente quel fine settimana lo dedico solamente a lei e trascuro anche mio marito, ma ho sempre dato una forte importanza alla nostra amicizia, e ho sempre trovato piacevola la sua compagnia, dove parliamo di tutti i nostri pettegolezzi.
A volte mi racconta di qualche avventura extra- matrimonio che ha avuto nella vita, come ad esempio l'amante di Prato che ogni tanto andava a trovarla e dove avevano qualche momento furtivo insieme, o come di quando si fece il ragazzo di 27 anni di Potenza.
E' sempre stata una libertina mentalmente e non ha mai fatto distinzioni tra uomini e donne molto forte da mistress sempre sicura di sè e molto decisa nel rendere concrete le cose.
So anche che ha avuto qualche flirt con qualche donna, e io ho sempre rispettato tutte le sue scelte.
Nel mondo di oggi bisogna saper accettare tutto, del resto pure mio marito di nascosto va a guardare siti di trans e trav, ma non dico nulla, ci mancherebbe.
Fu così che venne a trovarmi un fine settimana, dove andammo a fare subito shopping, e poi finimmo per fare un pochino di spesa vistao che la sera avrebbe cenato da me.
Ironia del destino fu proprio il fatto che mio marito quella notte rimase via per lavoro, tornando il mattino seguente.
Quando rincasammo a casa ci sedemmo per faumare una sigaretta in sala e le chiesi se avesse novità o pettegolezzi da raccontarmi sulla sua vita, i suoi incontri, i suoi flirt.
"No, una noia mortale!!!Negli ultimi tempi non sono più stuzzicata dagli uomini!Certo, ho i miei spasimanti ,ma non mi va di concedermi.Sono in un periodo di pausa!"
"E come mai?"
"Beh, nulla di che.E' che alla fine potendoli avere quando mi pare, il giochino alla fine stanca e mi servirebbe una novità!"
"Beh, tu che dici che ti serve una notivà? Proprio tu? Pensa a me, che sono sempre stata fedele e non ho mai provato tutti questi flirt come te!"
"Ecco, ad esempi otu saresti una novità."
"In che senso?"
"Beh, te l'ho detto che ho avuto flirt anche con donna ma erano sempre donne bisex. Porvare con te mi stuzzicherebbe molto, visto che non hai mai provato."
"Senti l'imbarazzo arrivare e dissi:"Ma stai scherzando?"
"Su questo cose io non scherzo mai, specialemtne se si tratta di un'amica a cui tengo, e specialmente se si tratta di una donna come te, visto che ho sempre avuto il pensiero di come sarebbe un flirt con te."
"Dici sul serio?"
"Si, ti va di provare?"
Rimasi un paio di secondi di silenzio, il tempo di comprendere che l'imbarazzo si stava trasformando in pura curiosità.
L'idea di avere il marito fuori, la mia migliore amica in casa e potre avere un momen to di passione con lei con la sana concretezza che nulla sarebbe venuto alla luce del sole, mi incuriosiva tremendamente, scansando i miei dubbi e le mie perplessità e aprendo nuove porte dentro di me.
"Mi piacerebbe molto".
Lei si avvicinò e posò le labbra sulle mie.
Sentii la sua lingua intrufolarsi nella mia bocca e cominciammo a succhiarci deliziosamente la lingua e le labbra.
Tremavo di eccitamento.
"Su, da brava. Adesso vai a fare una doccia e poi torni qui in sala...senza vestiti."
"Ok"
"Mi feci una doccia bollente e mi sfioravo delicatamente tra le gambe. Ero sensibilissima.
Uscii dal bagno e andò lei a fare la doccia.
Mi sistemai con l'accappatoio sul divano, poi decisi di toglierlo e di aspettare che uscisse per venire da me.
Quando uscii dal bagnoi, mi trovo sul divano, come aveva detto lei. e le schiusi le gambe davanti.
Si avvicinò e si chinò, posando la lingua sulle caviglia e risalendo lentamente la gamba. Arrivò all'interno coscia mentre mi guardava e sorrideva.
Schiusi completamente le gambe, e lei si fiondo direttamente sulla clitoride, prendendola tra le labbra, poi sentii che cominciava a succhiarla mentre ci faceva scorrere intorno la lingua.
Immediatamente cominciaia a godere come non mai. nessuno mi aveva mai leccato cosi bene.
Mi disse di sdraiarmi per terra e lo feci.
Mi montò sopra a 69, e mi ritrovai la sua figa depilata davanti alla bocca.
Pravai a inserire la lingua al suo interno
Era dolce e profumata.
Sentivo come me la leccava e ripetevo esattamente quello che lei faceva con me.
Fu bellissimo e passammo la serata in lunghi preliminari, coccole e orgasmi.

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, cliccando qui!
24/06/2017 01:05

Paolo

COMICITA ALLA GRANDE!

Per commentare registrati o effettua il login

Accedi
Registrati